soluzioni enigmi

Leggere la soluzione di un indovinello non è sempre consigliabile, è un po’ come farsi raccontare il trucco di un illusionista, rimane sempre un po’ di delusione. Io preferisco l’incertezza ma se volete troverete in questa pagina le soluzione dei quesiti che con il tempo scriverò in questo sito.  Una curiosità: anche le soluzioni sono “nascoste”. Se proprio volete leggerle provate a “selezionarle”…

Enigma 1 : Le uova
la soluzione è 19 uova, dandone la 1/2 al primo cliente avrebbe dovuto dargli 9 uova e 1/2 regalandogli quindi 1/2 uovo gli ha venduito 10 uova. Al secondo cliente gli ha venduto la metà delle uova restanti, ovvero 9. Anche in questo caso avrebbe dovuto dargli 4 uova e 1/2 quindi regalandogli 1/2 uovo gli ha dato 5 uova.

Enigma 2 : gli 11 spaventapasseri

Anche questo enigma, come il precedente è un’elaborazione di un vecchio enigma tratto dal libro “Gli enigmi di Canterbury”. Un libro però fin troppo complesso in cui spesso la soluzione di un enigma richiede complessi calcoli matematici o comunque soluzioni tali da rendere, secondo me, poco divertente il gioco. Per questo preferisco semplificare e riproporre alcuni dei quesiti in chiave decisamente più facile. Per questo enigma purtroppo non posso mettere una soluzione nascosta ma mi dovrò avvalere del disegno riportato qui sotto:

Il giro del mondo in un minuto

La soluzione è nella Linea internazionale del cambio di data è una linea immaginaria sulla superficie terrestre, istituita nel 1884, che segue in gran parte il 180º meridiano. Ogni nuova data comincia ad essere contata a partire dal versante occidentale di essa, attraversando poi i diversi fusi orari da est verso ovest. Nel momento in cui, per esempio, nel fuso orario ad ovest della linea di cambio data scatta l’ora 00:00 del 1º agosto, nel fuso orario ad est di essa l’orologio segna le ore 24:00 del 31 luglio. Chi viaggia dall’Asia verso l’America deve contare la stessa data due volte, mentre in direzione opposta bisogna saltare un giorno. Le navi in viaggio nell’Oceano Pacifico eseguono il cambio di data tradizionalmente a mezzanotte: passando la linea del cambio di data alle 24:00 del 1º agosto, il nuovo giorno sarà di nuovo contato come 1º agosto se si naviga verso l’America e viceversa come 2 agosto per chi naviga verso l’Asia. Il mondo è suddiviso in 24 fusi orari, definiti con riferimenti al Meridiano Primo di Greenwich. Essendo il totale dei meridiani pari a 360, ogni fuso orario corrisponde teoricamente a 15 meridiani. Viaggiando verso ovest, bisogna rimettere all’indietro il cronometro di un’ora ogni volta che si è attraversato un fuso orario. Ma compiendo un viaggio intorno al mondo, si sarebbero accumulate in questo modo 24 ore “doppie” – ovvero un giorno intero. I primi a rendersi conto di questo fenomeno furono i sopravvissuti della spedizione di Ferdinando Magellano. Arrivati alle isole di Capo Verde dopo aver circumnavigato il globo, i marinai erano convinti che fosse il 9 luglio del 1522, ma dovettero scoprire che in realtà era il 10 luglio. Anche se di facile comprensione, la scoperta destò tale scalpore all’epoca che una delegazione speciale della corona spagnola veniva addirittura inviata dal Papa per spiegare questa apparente contraddizione. Con l’epoca del colonialismo il problema di fissare in modo uniforme le date si impose sempre di più. Così, nel corso della Conferenza Internazionale dei Meridiani di Washington del 1884 venne istituita la linea del cambio di data lungo il 180º meridiano, ovvero quello opposto al meridiano di Greenwich.

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: